sabato 14 maggio 2016

CONSULTA DEL 4 MAGGIO 2016

Il giorno 4 maggio alle ore 10.50, si è riunita la Consulta degli studenti in presidenza.
Tra i presenti vi erano anche  il Vicario Ambrosi, la professoressa Vincenzi; il professor Marano e il vice-presidente del Comitato genitori(8MEM) Francesca Borin, entrano alla fine dell'incontro per discutere l'ultimo punto dell'O.d.G.
Ordine del giorno :
1. Corretto conferimento dei rifiuti.
Dopo un’ accurata osservazione, è emerso che non sempre gli studenti effettuano il  loro incarico, così ogni rappresentante ha analizzato le problematiche della  propria classe:
1°B, 2°A, 3°B, 3°C, 3°E, 3°G,  hanno sempre eseguito il controllo;
1°A, 1°C, 1°E, 2°B, 2°C, 2°E,  talvolta non hanno svolto il loro compito;
1°D, 1°F, 2°F, 3°A,  non la totalità della classe controlla;
2°D non fanno la vigilanza.
Il vicario Ambrosi, ha invitato tutti gli alunni ad aiutare il sistema con organizzazione per avere risultati migliori.
2. Verifica relativa dell'anno scolastico.
La classi 2°A, 2°B, 2°E,  hanno giudicato l’attività "Emozione di scegliere" molto divertente, interessante, istruttiva e capace di creare un clima di unione tra i compagni.
La 3°G ha trovato le attività di schermi del cuore,  noiose e troppo specifiche.
Le attività extracurricolari sono state molto frequentate, in particolare, il corso di teatro, di fotografia, i  potenziamenti di lingua spagnola e inglese e il corso di avviamento al latino.
Dispiaciuti sono i ragazzi del corso A, che, a causa del tempo prolungato, non hanno potuto frequentare i laboratori pomeridiani ed in particolare il laboratorio di fotografia.
In generale, il bilancio dell’anno è molto positivo.
3. Organizzazione festa di fine anno per le terze.
Entrano la signora Borin ed il professor Marano.
Dopo la prima riunione con  genitori e alunni,  si è stabilito che la festa si svolgerà l’8 giugno o in caso di pioggia il 9 o il 10 giugno. Inoltre è stato proposto un annuario scolastico che conterrà una foto di tutti gli alunni, una foto della classe e una singola.
Per le foto si è reso disponibile il professor Marano.
Sono state consegnate ai rappresentanti, le autorizzazioni per le foto da distribuire agli studenti e da riconsegnare entro il 10 maggio.
I partecipanti in totale sono 123.
Ci sarà, allo scopo di mettere a punto l’organizzazione, una futura riunione.
La seduta si è conclusa alle ore 11.50.
La segretaria verbalizzante
Federica De Rovere.

giovedì 12 maggio 2016

La 1F visita il BLOG



Un grande benvenuto a tutti i ragazzi della 1F!
Eccoci di nuovo in aula informatica....ormai la conoscete ma forse conoscete meno il nostro BLOG!
Allora colgo l'occasione per visitarlo con voi: cercate un articolo interessante e commentatelo assieme ai vostri compagni.
E' quasi finito l'anno scolastico...come l'avete passato?Raccontateci le vostre esperienze..anche di classe.

Un grande in bocca al lupo per fine anno scolastico e ..ci vediamo nel BLOG!

Prof. Anto

lunedì 2 maggio 2016

BENVENUTI ALUNNI DELLA 1^B E DELLA 1^C



Cari alunni della 1^B e della 1^ C eccovi qui ad iniziare la vostra esperienza di lavoro nel Blog scolastico....
Spero che questa sarà la prima di una lunga attività di scrittura nello spazio virtuale della nostra scuola...
Prof Vince

mercoledì 27 aprile 2016

Earth day 2016





Ciao a tutti i ragazzi di PRIMA e benvenuti nuovamente nel nostro Blog! Nel corso dell’anno scolastico abbiamo parlato molto di materiali e anche di sostenibilità ambientale ed abbiamo visto proprio come la deforestazione possa incidere sul pianeta (associata allo sfruttamento delle risorse e alle svariate attività umane) con effetti negativi quali:
·         Rischi idrogeologici
·         Variazioni climatiche
·         Riduzione della biodiversità
Vediamo allora a che punto sono giunte le nazioni del mondo, con i loro impegni riguardo al pianeta. Vi propongo un articolo (fonte-Focus).Il 22 aprile 2016 è stata celebrata la “Giornata mondiale della terra 2016”Due promesse per il Pianeta segnano la 46esima edizione della Giornata della Terra: la prima è l'annuncio in questo appuntamento simbolico, dell'accordo raggiunto alla Conferenza sul clima di Parigi, la COP21; la seconda è l'impegno, lanciato nella campagna dell'Earth Day 2016, di riempire la Terra con tanti alberi quanti sono i suoi abitanti. Iniziamo dagli alberi.
PIANTIAMOLA.  ("alberi per la Terra") è lo slogan scelto quest'anno per lo storico appuntamento dedicato alla salvaguardia del pianeta. L'impegno e l'invito è quello di piantare 7,8 miliardi di alberi da qui al 2020, anno in cui ricorrerà la 50esima edizione dell'Earth Day e in cui dovrebbe entrare in vigore il l'accordo raggiunto a Parigi lo scorso dicembre. Le piante rappresentano un impegno, simbolico e non solo, a limitare le emissioni dannose, ma anche una fonte di aria pulita e sostentamento per le comunità locali.
CoP21.Gli Accordi di Parigi. Dopo la Conferenza di Parigi i 196 Paesi del mondo che partecipano alla Convenzione ONU per i cambiamenti climatici, devono formalizzare gli accordi.Attenzione! Perchè gli accordi abbiano valore legale devono essere sottoscritti da almeno 55 paesi che nell'isieme siano responsabili per almeno il 55% delle emissioni globali. (Stiamo parlando di emissioni di anidride carbonica).A CHE PUNTO SIAMO? A tutt'oggi circa 155 Paesi hanno confermato l'adesione ma il volume minimo necessario richiesto  è ancora lontano.Mancano infatti i grandi emettitori come la Cina e gli Stati Uniti. I primi due hanno promesso che firmeranno entro l'anno. Dunque molti firmeranno oggi, per onorare la "Madre Terra". Ma non sarà sufficiente.UN PO' DI STORIA. L'Earth Day fu celebrato per la prima volta il 22 aprile 1970 in risposta a un appello del senatore democratico americano Gaylord Nelson, che invitò l'opinione pubblica a mobilitarsi in seguito al disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di un pozzo di petrolio al largo di Santa Barbara, nel 1969.Venti milioni di americani scesero in piazza in una manifestazione a difesa della Terra, unendo in una sola marcia gli sforzi dei singoli movimenti ambientalisti universitari. Da allora l'Earth Day è divenuto un appuntamento mondiale.

Prof. Anto
                                                                                                                        

domenica 6 marzo 2016

CONSULTA STUDENTESCA DI MERCOLEDI' 2 MARZO 2016

Mercoledì 2 marzo alle ore 10.50 si è riunita la Consulta degli studenti.
Tra i presenti c'erano tutti i rappresentanti delle classi, la docente referente della Scuola Secondaria, professoressa Vincenzi, il docente primo collaboratore, dottor Ambrosi , il presidente e il vice-presidente del Comitato Genitori 8 MEM dell'Istituto comprensivo: Ballarin Arianna e Borin Francesca.


Ordine del giorno: Presentazione Comitato 8 MEM
- Venne fondato 10 anni fa da genitori che volevano rendersi partecipi nella scuola e nelle sue attività.
Viene chiamato così per le 8 scuole che formano l'Istituto comprensivo di Preganziol : 2 Materna, 5 Elementari e 1 Media. In tutto otto plessi di materna, elementare e media (8MEM).

-Successivamente i genitori hanno invitato gli alunni a suggerire delle proposte per la festa di fine anno per tutte le classi del plesso, sabato 28 maggio.
-Si è discusso, inoltre, della festa di conclusione del triennio per le classi terze, con data da destinarsi.
Per l'evento è prevista una quota di partecipazione.
Il Comitato è disponibile a dare il suo appoggio.
Francesca Borin ha proposto un annuario cartaceo o digitale da approvare in modo democratico fra tutti gli studenti.
Per l'organizzazione ci sarà una riunione aperta a tutti gli alunni di classe terza, il 23 aprile alle ore 15.00.
- Si ricorda che la Mostra del Libro si terrà da martedì 15 a venerdì 18 marzo.
I primi tre giorni dalle 8.00 alle 15.50, il venerdì dalle 8.00 alle 13.50.
Gli allievi sono stati invitati, durante l'incontro, a proporre generi letterari da presentare alla Mostra, della quale il ricavato, andrà a beneficiare la scuola.

La  seduta si è conclusa alle ore 11.50.
                                                                           
Segretaria verbalizzante
Federica De Rovere

lunedì 29 febbraio 2016

UNA VISITA SPECIALE ALLA 5^ B DELLA "GIOVANNI XXIII"


Carissimi amici del Blog,
vi scriviamo perché in questi giorni ci è accaduto qualcosa di molto bello che vogliamo condividere con voi. La nostra compagna Fatjona, trasferitasi in Germania lo scorso giugno, è venuta a trovarci.Una grande emozione ci ha invaso quando abbiamo visto il suo visetto fare capolino dalla porta. La nostra compagna è entrata in classe ed è venuta ad abbracciarci uno per uno. Tutti eravamo curiosi di sapere come era la sua vita: se aveva nuovi amici, i nuovi interessi, com'era la scuola......Siamo rimasti di stucco nell'apprendere che non frequenta nessuna scuola poiché la sua famiglia non ha  ancora tutti i documenti necessari per restare in Germania........
Per noi è stata una gioia immensa rivederla e speriamo di riabbracciarla presto.
 
I ragazzi della 5^ B " Giovanni XXIII"

giovedì 18 febbraio 2016

La 2F in biblioteca..spazio alle opinioni dei ragazzi!




L'uscita in biblioteca
La mia classe ed io abbiamo fatto due uscite in biblioteca: una il 27 gennaio 2016 e l'altra il giorno 3 febbraio 2016, entrambe si sono svolte alla quinta ora scolastica.Durante la prima uscita ci siamo recati in biblioteca a piedi con la prof. Pavan. Arrivati li, Cinzia, la bibliotecaria, ci ha fatti accomodare in una stanza al piano terra e ci ha raccontato com'è nata la struttura.Inizialmente ci ha istruito sulla storia delle biblioteche e ci ha detto che in antichità vi erano dei monasteri dove lavoravano i monaci amanuensi che ricopiavano i libri antichi. I monaci dovevano stare per molte ore al giorno chini sui libri a ricopiare i testi antichi sotto la fioca luce di una candela e non potevano parlare con i loro compagni di banco, così scrivevano frasi da far leggere al compagno sugli angoli delle pagine.Successivamente Cinzia ci ha raccontato di molte biblioteche famose nel mondo come la biblioteca di Alessandria.La biblioteca di Alessandria ospitava circa 5 milioni di libri e conteneva quasi tutto lo scibile umano che, come la bibliotecaria ci ha spiegato, è l'insieme delle conoscenze umane.Tale biblioteca purtroppo fu distrutta e oggi abbiamo solo ricostruzioni di come poteva essere stata allora.Un'altra biblioteca famosa nel mondo è la biblioteca Marciana che si trova a San Marco e, a differenza di quella di Alessandria, esiste ancora oggi.Durante il secondo incontro la bibliotecaria mostrò alcune foto relative alle biblioteche principali  ad alcuni nostri compagni che non erano presenti durante il primo incontro e ci fece fare una visita della biblioteca.Prima di tutto ci fece visitare la zona dedicata ai bambini più piccoli; collocata al piano terra. Cinzia ci spiegò che i libri per bambini molto piccoli spesso sono creati con tessuti e non carta. Sono morbidi, hanno finestrelle e scomparti di materiali e odori differenti, in modo che il bambino impari a distinguere le superfici lisce da quelle ruvide.Successivamente siamo saliti al primo piano dove sono collocate alcune stanze in cui sono esposti i libri per adulti e le prese per la ricarica di computer.La bibliotecaria ci ha fatti accomodare e ci ha spiegato l'importanza di avere una tessera dicendo che è come se la biblioteca fosse una casa e tessera ne fosse la chiave. In seguito ci ha spiegato che se non mettiamo un libro al suo posto, i bibliotecari non riescono a trovarlo se qualcuno lo chiede.La bibliotecaria ci ha illustrato le tecniche di classificazione dei libri: è come se noi  ci trovassimo davanti a molte porte e ognuna corrispondesse ad un genere letterario (fantasy, giallo, comico, avventuroso, romantico ecc.) e ne aprissimo una.  Ci troveremo davanti a due cassetti: in uno ci sarà scritto che è per adulti, in un altro che è per bambini e ragazzi e mano a mano che apriremo i cassetti, ci troveremo davanti a nuovi scomparti, via via sempre più specifici fino a trovare il libro desiderato. Dopo la spiegazione, siamo tornati al piano terra e abbiamo guardato dei libri per ragazzi.L'esperienza in biblioteca è stata interessante perché ho scoperto molto sulla sua storia e sulle sue origini.

Resoconto delle uscite in biblioteca

La mia classe ed io, dei mercoledì, abbiamo passato delle ore in biblioteca, in due diverse occasioni:La prima uscita è stata tra gli ultimi giorni di Gennaio; in quella ora abbiamo avuto l’occasione di scoprire molte nuove informazioni su questa e molte altre biblioteche nel mondo, come quella di Alessandria (nuova e vecchia), la loro storia e molti importanti contenuti storici come rotoli di papiro ed altre scritture molto importanti. A spiegarci il tutto la gentilissima bibliotecaria di nome Cinzia.Nella seconda uscita, invece, la bibliotecaria, dopo aver brevemente riassunto l’uscita precedente per chi non era presente alla spiegazione, ci ha mostrato tutta l’immensa biblioteca e ha spiegato molte curiosità sulla disposizione dei libri, la loro importanza e ci ha fatto notare molti particolari nei libri per bambini ed altri.Tutto ciò ci ha aiutato a comprendere l’importanza della cultura che portano i libri, a stimarli di più ed a capire tutto ciò che una magnifica biblioteca come questa può offrire.Sono molto grato per questa occasione e non aspetto altro che ritornare in biblioteca a rivivere l’esperienza!

RESOCONTO DEGLI INCONTRI IN BIBLIOTECA

La prima è stata una delle più grandi del mondo antico. Ben 700’000 rotoli di papiro riempivano i suoi scaffali. Probabilmente la sua distruzione risale al 48 a.C., quando scoppiò un incendio. 


L’incontro avvenuto mercoledì 27 gennaio con l’approfondimento sulle biblioteche più famose, da parte della signora Cinzia, è stato molto gradevole. La signora ci ha spiegato la storia di varie biblioteche: la biblioteca Alessandria d’Egitto, la biblioteca Marciana e quella di Celso.
La biblioteca marciana è una delle più importanti biblioteche di Venezia. Contiene una delle più pregiate raccolte di manoscritti greci e latini. Si trova nella parte inferiore di Piazza San Marco. Contiene volumi a stampa, manoscritti e cinquecentine.
La biblioteca di Celso è stata realizzata in età Traianea (imperatore Traiano). Fu costruita per alloggiare 12'000 rotoli e servire da tomba monumentale a Celso. La biblioteca e tutti i suoi libri furono distrutti, da un incendio, nel terremoto che colpì la città nel 262.Inoltre, il mercoledì 3 febbraio, è avvenuto un secondo incontro, in cui la signora Cinzia ci ha mostrato l’intera biblioteca. Abbiamo iniziato con il piano terra, dove si incontrano tutti i libri per ragazzi. Nella seconda stanza si presentano dei piccoli tavolini con minuscole sedie e dei libri di stoffa per i bimbi più piccoli. Dopo aver visto quest’ultima sala siamo saliti al piano superiore, in cui si trovano i libri per adulti e delle prese per il computer. Questi due incontri sono stati molto interessanti e divertenti, in cui ho imparato un sacco di cose. Mi piacerebbe tanto rivivere questa esperienza un'altra volta.



La prima uscita in biblioteca

Il 27 gennaio è stata organizzata un’uscita per la visita della biblioteca noi classe 2 F con la professoressa Pavan. All’ ingresso ci ha accolto la responsabile della biblioteca che ci ha accompagnati nella stanza dedicata ai libri per ragazzi. Ci ha raccontato la storia della biblioteca di Preganziol e di altri importanti biblioteche come quella di Alessandria d’Egitto e Marciana. La signora ci ha raccontata anche che nella biblioteca di Efeso in Turchia dall’ imperatore Celso molto amata, quando morì misero la sua tomba all’ interno. Mi ha colpito maggiormente la biblioteca di Alessandria d’ Egitto coni suoi otto milioni di libri disposti in vari piani sotterranei ed elevati. Anche se un po’ noioso è stato interessante anche per i vari collegamenti fatti alla storia.

La seconda uscita in biblioteca

Nella seconda uscita, effettuata sempre in biblioteca il 3 febbraio, Cinzia ha riassunto per gli assenti quanto detto la volta precedente. In seguito ci ha fatto vedere tutte le stanze della biblioteca a partire da quella in cui eravamo fino al piano superiore. Nella stanza dei bambini piccoli ci sono libretti di ogni genere, divanetti e un piccolo tavolo con attorno piccole sedie di vari colori. Nel piano superiore ci sono due ampie stanze, la prima è dedicata a molti libri per adulti e anche qui un tavolo molto spazioso. Nella quarta e ultima stanza oltre ai libri di scienze, arte, geografia e altri ci sono due grandissimi tavoli con delle comodissime sedie nere dove chi vuole può utilizzare WI FI gratuito con il proprio computer per navigare in internet. In queste due stanze al piano superiore si possono anche svolgere varie ricerche e attività di studio. Noi Preganziolesi siamo fortunati ad avere una biblioteca così grande e ben fornita.