martedì 16 dicembre 2014

BENVENUTI ALLA "UGO FOSCOLO"



Oggi noi alunni di 2^ F accompagneremo i ragazzi della classe quinta della primaria alla scoperta della nostra scuola!
Siamo lieti di conoscervi e di farci conoscere, amici della "Giovanni XXIII" e di "Santa Maria delle Grazie"...
Commentate qui sotto le vostre impressioni sulla nostra scuola!!!

I ragazzi della 2F, prof Anto, Lorenz e prof Vince

domenica 14 dicembre 2014

Benvenuti alle Medie...un nuovo mondo!




Un grande benvenuto ai bambini delle classi V della Primaria!
In queste giornate d'accoglienza da parte dei docenti e degli alunni 
della scuola media, potrete conoscere i nuovi insegnanti e vedere
quelli che saranno i nuovi laboratori dove farete lezione!
Questo è il nostro blog....dove  alunni e prof. della scuola U. Foscolo
si scambiano idee e opinioni e parlano dei propri interessi!
E voi? Come vi sentite ora che state per entrare in questo nuovo mondo?
Scrivete e commentate con le vostre impressioni!
Vi aspettiamo!

Prof. Anto e prof. Vince

domenica 7 dicembre 2014

IMMACOLATA CONCEZIONE

L'Immacolata comcezione è un dogma cattolico, proclamato da papa Pio IX l'8 dicembre 1854, che sancisce come la Vergine Maria sia stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento, tale dogma non va confuso con il concepimento verginale di Gesù da parte di Maria. Il dogma dell'Immacolata Concezione riguarda il peccato originale: per la chiesa Cattolica infatti ogni essere umano nasce con il peccato originale e solo la Madre di Cristo ne fu esente: in vista della venuta e della missione sulla Terra del Messia, a Dio dunque piacque che la Vergine doveva essere la dimora senza peccato per custodire in grembo in modo degno e perfetto il Figlio divino fattosi uomo.

La Chiesa cattolica celebra la solennità dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria l'8 dicembre.

Buona festa dell'Immacolata allora!


domenica 30 novembre 2014

BAMBINI E BAMBINE SOLDATO

Adelina di 2^A è rimasta molto colpita dal destino dei bambini soldato e, ricercando informazioni in Internet, ha trovato un articolo scritto da Dina Nascetti nel sito  http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/bambini_soldato.htm  che vuole condividere per iniziare una riflessione con vostri commenti...
Prof Vince


'Hanno l'età in cui i bambini occidentali abbandonano i cartoni animati per passare ai videogiochi delle guerre stellari, quelle "megagalattiche", per usare un loro ricorrente linguaggio. L'infanzia invece viene rubata ogni giorno ai bambini asiatici, africani, latinoamericani. A sette, dieci, dodici anni, la loro guerra non è un gioco, non è virtuale, è quella vera, terribile, lastricata di odio, morte, sangue, atrocità. Bambini senza ricordi, con gli sguardi vuoti, o allucinati dalle droghe. Sono i baby-soldato. Un fenomeno da anni in inarrestabile espansione. Sono trecentomila: un esercito armato di kalashnikov, Ak47 o di fucili d'assalto americani M16, leggeri da caricare e maneggiare come armi giocattolo.  Utilizzati in sessanta paesi, da eserciti regolari, guerriglia, ribelli, milizie. Impegnati in interminabili guerre etniche, religiose, regionali. Sono bambini e ragazzi al di sotto dei 18 anni, costretti spesso con la forza, talvolta con false promesse, a lasciare la vita normale per cominciare ad adoperare un fucile mitragliatore.
E ci sono anche le bambine soldato. Smentendo così il luogo comune che vuole i maschietti amanti della guerra. In alcuni casi come in Salvador, Uganda, Etiopia, le ragazze costituiscono un terzo dei minori che combattono nei conflitti armati. Spesso vengono rapite per essere assegnate come "mogli" ai comandanti e  usate anche in combattimento come spie. Baby soldati il più delle volte utilizzati come carne da cannone: mandati avanti sui campi minati, per aprire la strada all'esercito. Prima dell'azione militare, li eccitano riempiendoli di droga. Cocaina, anfetamine o polvere da sparo bruciata e mischiata col riso, succo di canna da zucchero o hashish. I loro addestramenti sono crudeli, perché crudeli devono essere le loro missioni.  Molti erano rapiti durante le razzie nei villaggi, e poi addestrati all'uso delle armi e della violenza. E ancora una volta anche in questo caso è l'Africa a detenere il primato. In Sudan, dove da quasi trent'anni il Nord musulmano combatte il Sud cristiano e animista, i bambini fanno parte del bottino di guerra delle truppe regolari del governo di Khartum. Quando i ragazzi non possono essere venduti come schiavi, vengono convertiti all'Islam, addestrati e mandati a combattere al Sud contro i villaggi di provenienza. Nella sola Sierra Leone poi, per tornare alla recente guerra, secondo Olara Otunnu, rappresentante speciale dell'Onu per i bambini nei conflitti armati, ne sono stati rapiti almeno diecimila solo l'anno scorso. Un flagello per cui spesso ci si indigna, ma ben poco si fa.'

martedì 25 novembre 2014

25 NOVEMBRE: GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE



Non ci sono parole per descrivere l'indignazione per questo fenomeno.. Ma se esiste vuol dire che nasce da qualche disagio. Sociale? Psicologico?
Oggi la classi terze della nostra scuola hanno attaccato uno striscione nell'atrio con immagini e riflessioni.  E' necessario essere consapevoli per evitare che possa capitare vicino a noi e per lottare affinché non capiti in nessuno luogo di questa terra che abitiamo...

Prof Vince

venerdì 21 novembre 2014

COLPA DELLE STELLE


Colpa delle stelle  (The Fault in Our Stars) è un film uscito quest'anno nelle sale cinematografiche, diretto da Josh Boone, tratto dall'omonimo romanzo di John Green.
La storia è narrata da Hazel, una sedicenne affetta da cancro, obbligata dai genitori a frequentare un gruppo di supporto. Qui incontra e si innamora del diciassettenne Augustus, un ex giocatore di basket con una gamba amputata. Ma il tempo che i protagonisti passeranno insieme è prezioso, e ….
E' una storia davvero commovente. Chi la conosce già e lo può confermare. Nell'aprile 2014 il film è uscito per la prima volta nelle sale americane,successivamente in quelle inglesi e tedesche ed infine il 5 agosto nelle sale italiane.
Io sono già andata insieme a due mie amiche a vederlo e mi sono commossa: quando sono uscita dalla sala  del cinema stavo piangendo.
E' un film che vi consiglio vivamente e, per chi non potesse andare a vederlo, vi consiglio di prendere il libro in biblioteca.
Commentate in molti!!!
Kester 3C

giovedì 20 novembre 2014

LA CONSULTA A SCUOLA DI BLOG


Stamattina noi rappresentanti delle classi seconde e terze ci siamo ritrovati in aula Lim per parlare del Blog della nostra scuola con le prof Anto e Vince...
Abbiamo concordato che il Blog è uno strumento efficace per comunicare e condividere esperienze ed interessi degli studenti perciò invitiamo tutti i  nostri amici a partecipare inviando post alla mail consultiamoci@yahoo.it o anche solo a commentare i post creati dagli altri...
                                  Un saluto dai ragazzi di seconda e terza!