domenica 27 novembre 2022

 PROGETTO: "Alla scoperta delle origini della città di Treviso"



Venerdì 26 novembre, quasi alla conclusione del corso di Latino, che alcuni studenti delle classi terze hanno seguito, grazie alla proposta di offerta formativa promossa dall'Istituto comprensivo di Preganziol, una ventina di ragazzi con le loro insegnanti si sono mossi per le vie del centro della città di Treviso per scoprirne le origini.

Passeggiare tra i vicoli e passare davanti alle vetrine accattivanti dei negozi certo non è stato facile pere i ragazzi,  specialmente perché bisognava immaginarsi in un tempo molto, molto passato, occorreva fare una specie di salto indietro di secoli per capire la logica che ha sostenuto e dato ricchezza e progresso ai nostri progenitori a partire dall'Età del bronzo fino a quella romana del Municipium

I ragazzi si sono soffermati ad osservare oggetti, manufatti, mosaici, scavi stratigrafici, busti e molto altro soprattutto nel bellissimo e nuovissimo museo di Santa Caterina, un complesso museale che fa parte dei musei civici della città. L'area di nostro interesse è stata quella archeologica, dove abbiamo osservato momenti di vita quotidiana o di rituali antichi.

Questo percorso di avvicinamento alla cultura e alla lingua latina, presente nelle molte epigrafi, insieme a qualche curiosità sul mondo greco, si inserisce in un progetto di Orientamento verso la scelta della scuola superiore che rivolge uno sguardo al passato perché passato - presente e futuro  sono un continuum temporale nel quale NOI siamo i PROTAGONISTI.  





Prof. Pav. 


(alcune foto sono prese dal sito del museo di santa Caterina)

sabato 26 novembre 2022

 


Buon pomeriggio ragazzi, ecco la nostra scuola, la Vostra futura scuola!

Oggi è il giorno dell'OPEN DAY, ma è anche l'inizio di una nuova strada, un percorso che voi farete per diventare GRANDI, che farete in compagnia di amici e insegnanti. Giorno dopo giorno, tra l'allegria e la fatica, affronterete le sfide della vita, vi preparerete ad affrontare studi ancora più importanti. MA attenzione non c'è fretta, ogni momento sarà un piccolo mattone che poserete saldo nella vostra crescita. 

Come ho detto vi accompagneranno molte persone: la Dirigente, i professori, il personale ausiliario ( che fa un lavoro stupendo di accoglienza di tutte le problematiche che si affrontano ogni giorno), le segretarie e gli autisti dei pulmini e il Sindaco con gli Assessori, e gli Alpini con l'Alzabandiera, e i genitori e i rappresentanti di classe e i VOSTRI COMPAGNI, anzi i VOSTRI AMICI.

Qui tutto è una sfida per migliorarci un po' alla volta, quindi, date un'occhiata ai muri dell'edificio e ricordatevi che mille altre cose sono pronte e vi aspettano per accogliervi con GIOIA e Simpatia.

Prof. Pav.

mercoledì 23 novembre 2022

 ACQUA , UN BENE PREZIOSO


Oggi è stata una splendida giornata di sole, ma ieri? Ieri no, acquazzoni, pioggia a dirotto, scrosci, praticamente acqua da tutte le parti. 

I meteo vari l'avevano prevista, il sistema di prevenzione era stato allertato, i consigli alla prudenza erano stati diffusi tramite media, tutto era stato fatto, e la pioggia è arrivata. Con essa è giunto anche il vento che ha scosso le foglie e spogliato gli alberi, il freddo che ha fatto coprire le persone e ha girato gli ombrelli...

L'acqua a volte è fastidiosa, perfino pericolosa, ma è fonte di vita, anzi proprio noi siamo fatti di acqua.

Beviamo l'acqua fresca, ci facciamo avvolgere dall'acqua calda delle docce, ci immergiamo nell'acqua profonda del mare, intoniamo canzoni, immaginiamo suoni, componiamo poesie per l'acqua, e allora accogliamola nelle sue diverse manifestazioni e non facciamoci cogliere impreparati. 

Prof Pav.


domenica 20 novembre 2022

 SPETTACOLI DI MISTERO

LEGGENDE E MISTERI DELLA TRADIZIONE POPOLARE VENETA

La Regione Veneto e le Pro Loco del territorio collaborano nel realizzare una serie di eventi culturali e artistici, un festival, dedicati alle leggende e ai misteri che caratterizzano la storia e la tradizione della nostra Regione.

Da fine ottobre fino ai primi di dicembre, dalle montagne alle coste, dalle rive dei laghi a quelle dei fiumi, eventi con streghe, demoni, folletti, fate fanno rivivere figure scomparse, ma presenti nelle leggende tramandate nel tempo, ora ripresentate in chiave moderna, ma sempre curiosa ed affascinante.

 La tradizione veneta con le sue credenze in figure fantastiche o storie di antichi signori o ancora di sapienza contadina, legata al buon senso e ai cicli della natura si presenta nella sua maestosità sia nei rivi d'acqua che nei ruderi dei castelli, nelle grotte o nei boschetti.

Scoprire queste storie ci fa sentire parte di una LUNGA STORIA, di cui siamo un anello fra le generazioni. 

L'arte  degli spettacoli, la maestria degli attori e delle guide turistiche aiutano a coinvolgere il cittadino di tutte le età in questa magia legata ad un periodo dell'anno, che è ricco di emozioni e di antico sapere.

Prof. Pav.










lunedì 14 novembre 2022

 ORIENTAMENTO A SCUOLA

VISITA AD UN'IMPORTANTE AZIENDA DEL TERRITORIO

Nel mese di novembre gli studenti delle classi terze sono molto impegnati non solo con lo studio, ma anche con le nuove proposte per il loro futuro. Si sta infatti avvicinando un momento molto importante, quello della scelta della scuola secondaria di II° grado. Dubbi, paure, confusione, insomma un "minestrone" di emozioni che tutti provano. Certo qualcuno si sente più sicuro, magari è appoggiato dalla famiglia, magari sente di dover seguire una "tradizione" dei genitori, ma di solito mille dubbi attanagliano i ragazzi. Scegliere una scuola tecnica o scegliere un percorso letterario, una scuola di formazione professionale e quindi avere la possibilità di essere facilmente collocati nel mondo del lavoro oppure seguire un percorso tecnico, che apre le sfide al futuro tecnologico o ancora formarsi una cultura letteraria? Mah. 

Per aiutare questi giovani la nostra scuola sta offrendo una serie di proposte informative esterne (la presentazione dei vari istituti) sia interne con test di autoformazione, con i suggerimenti delle psicologhe della cooperativa Itaca e quindi con la collaborazione del Comune di Preganziol e con un'uscita didattica presso un'importante azienda del territorio.

Questa azienda è molto grande e festeggia i suoi 50 anni di attività. Lo stesso fondatore, il Cav. Andrea Menuzzo, ha accolto gli studenti nell'ampia aula magna e ha augurato loro di seguire le proprie inclinazioni. Nella sua azienda c'è posto per tutte le formazioni, dallo studio ingegneristico alla competenza tecnologica, dalla propensione alla vendita e al marketing, alla ricerca di nuovi prodotti e mercati. 

Insomma il posto per i giovani c'è, ma occorre impegno, preparazione e fatica. Lo stesso fondatore a novant'anni era presente oggi come tutti gli altri giorni e aveva molto da fare. Elegantissimo e veloce li ha accolti per dare loro il benvenuto nella scoperta delle varie aree della fabbrica. Tutti gli operatori, che hanno illustrato gli ambienti, erano felici di dedicare il loro tempo ai ragazzi perché lo spirito di continuità e tradizione, il legame tra l'idea iniziale e i compaesani,  rendono stabile e fruttuosa una società.

Prof. Pav.







 


lunedì 7 novembre 2022

 EVVIVA IL CINEFORUM


A scuola di cinema o il cinema a scuola?

Entrambi, certo un lavoro adatto ai nostri "piccoli amici", ehm, scusate, ai nostri studenti della classe prima della Secondaria di I° di Preganziol. Per due mercoledì 24 ragazzi si sono fermati a scuola per vivere il loro tempo libero con i compagni, per farsi nuovi amici, per stare insieme, per guardare un bel film in compagnia, per capire la trama, per analizzare i passaggi importanti della storia, per scoprire qualche tecnica del linguaggio visivo, per riflettere su aspetti dell'adolescenza, per confrontarsi, per "riscoprire" l'importanza dei genitori, degli educatori, per disegnare e colorare, magari anche per cantare, per...

... per l'Amicizia.

Due momenti che sono letteralmente "volati".

Guardare un film sullo schermo gigante dell'aula Magna è un'immersione nella storia, è sentirsi parte della vicenda che si snocciola, è provare le stesse emozioni dei personaggi, è capire il perché di certi comportamenti, è imparare cose nuove...

I ragazzi hanno partecipato con entusiasmo a questa nuova proposta della scuola, perché questo è un importante spazio educativo anche del pomeriggio.

Le docenti hanno guidato la visita e la riflessione stimolando gli interventi e proponendo un lavoro condiviso. 

I ragazzi hanno espresso soddisfacimento per il gioco proposto e attendono i due nuovi appuntamenti. Prossimamente toccherà alle classi seconde; per questi ragazzi la tematica sarà ancora l'amicizia, ma ... un po' più profonda e intensa. 

Auguriamo a tutti un buon pomeriggio da passare insieme in modo piacevole, utile e intelligente!!!

Prof. Pav.








martedì 25 ottobre 2022

 "Gli altri ... siamo noi"

Così recitano alcune parole di una bella canzone. Ma chi sono gli altri? Sono i nostri vicini di casa , ma anche di paese, di nazione, di continente, insomma tutte le persone che incontriamo.

L’immigrazione è un fenomeno sociale di portata estremamente rilevante e delicata nella sua gestione. Nel corso degli ultimi venti -trent’anni, per esempio, la maggior parte delle nazioni del mondo occidentale ha dovuto fare i conti con migrazioni di persone provenienti da contesti più problematici, migrazioni che hanno portato in taluni casi svantaggi, anche a causa della stessa impreparazione e incapacità di gestione del fenomeno da parte dei governi, ma in altri anche benefici importanti. È il caso, per esempio, di alcuni stati i cui sistemi economici hanno tratto giovamento dall’arrivo massificato di forza lavoro migrante. In questo caso, questa forza lavoro ha potuto dare un significativo apporto all’economia locale, e allo stesso tempo ha avuto l’opportunità, grazie a una reale indipendenza economica, di integrarsi in maniera concreta nella società. 
La gestione dei flussi migratori, in ogni caso, è una questione da affrontare, da parte dei governi dei paesi occidentali, con adeguata preparazione. La necessità, infatti, nell’ambito della politica di accoglienza di un governo, dovrebbe essere quella di mettere in atto una serie di misure capaci prima di ospitare in maniera adeguata i cittadini provenienti da un contesto problematico, e in secondo luogo di favorirne l’inserimento, magari attraverso una politica di efficiente stato sociale, atta ad assistere i
migranti in tutte le fasi di questo passaggio. I problemi principali, ovviamente, sono quelli riguardanti la sistemazione fisica degli immigrati e il loro inserimento lavorativo. 

A scuola  i ragazzi della 3^ f hanno riflettuto sul tema dell'immigrazione, a seguito di molti recenti dibattiti legati alle elezioni nazionali, quindi dopo avere letto alcuni brani e  fatto una riflessione sul tema, lavorando in piccolo gruppo, hanno proposto dei volantini  con degli slogan per tenere alta l'attenzione su questo importante fenomeno. 

Di seguito saranno proposti i loro disegni e le riflessioni scritte che desiderano condividere con tutti gli studenti della scuola, insieme infatti, si potranno analizzare diversi aspetti del problema, che è anche una splendida opportunità. I ragazzi invitano i compagni a rispondere su questo blog per avviare un confronto attivo e costruttivo. 

Prof Pav.